lunedì 28 settembre 2009

Ho paura! di Pino Boresta


Anche i barbari piangono?








“Generate una smorfia!...Non risolverete così i vostri problemi ma questi assumeranno sicuramente un peso specifico inferiore” (1993).
Sono arrivati i barbari, ma chi è il principe? Montescaglioso (Matera) 4 Settembre 1999, un uomo piange vere lacrime dopo vere smorfie. Piangevo me! Voi piangete? Voi sapete piangere, senza piangervi addosso? Si sostiene che ogni volta che si piange si piange se stessi. Non so se ciò sia vero, ma quella volta lo era. Guardando un film che ti porta alle lacrime è certamente vero. Non si piange mai per le vicende del o dei protagonisti ma si piangono le proprie disgrazie, le proprie sofferenze reali, possibili, eventuali. Non è necessario il film di Denys Arcand “Le invasioni barbariche” per capirlo, ma come dice il protagonista ti fa stare dentro il senso delle cose, quel senso che lui stesso sostiene bisognerebbe cercare. Ascoltare Remy che dalla vita aveva avuto tutto, (belle donne, arte, cultura, buon cibo e vino raffinato) rammaricarsi di non aver mai scritto un libro, solo ora che stava morendo, non può non farci riflettere. Non possiamo rimanere indifferenti di fronte a questo cruccio per non esser riuscito a lasciare una traccia per quanto modesta potesse essere. Non possiamo non rattristarci pensando che questo gli avrebbe reso la morte più accettabile. Non possiamo non affliggerci quando dice “Io scomparirò per sempre” pensando che accadrà pure a noi. Non possiamo non piangere quando abbracciando il figlio dice “Ho paura”. Ma soprattutto non possiamo dargli torto quando afferma che gli altri non è che fossero più bravi di lui, ma semplicemente più americani. Tuttavia ciò che mi angoscia di più in tutto questo è quando Remy rimpiangendo di non aver mai pubblicato un libro confessa di aver scritto nel corso della sua vita solo qualche articolo. Anche lui per Juliet?





Video ecce smorfie: http://youtube.com/watch?v=F8jPMLxuRnA

Pubblicato su; "Juliet" n. 139 October - November 2008 In foto; Un frame del film“Le invasioni barbariche”, Denys Arcand, copertina del llibro.


AMERICA - AMERIC - AMERICANI - AMERICAN

Opere esposte a Torino ad “Artissima” 2008.












New York (USA) Galleria Murray Guy –
Artista; Alejandro Cesarco
Titolo; “When I'm happy”
Anno; 2008



London (England)
Artisti; Jonathan Monk, Pierre Bismuth
Titolo; Should ideally be hung
Anno;
-->2008


ITALIA - ITALY - ITALIANI - ITALIAN



Opere esposte a Roma al MLAC nel 2003
(Museo Laboratorio d'Arte Contemporanea dell'Università La Sapienza).
















Segni (Roma)
Artista; Pino Boresta
Titolo; “Testamenti”
Anno; 2003



Nessun commento: